Follow us

ViralOff

Press ReleaseDIESEL COLLABORA CON POLYGIENE VIRALOF PER IL DENIM ANTIVIRALE AL 99%

DIESEL COLLABORA CON POLYGIENE VIRALOF PER IL DENIM ANTIVIRALE AL 99%

Il 2020, con la pandemia che ha stravolto la vita di tutti quanti, è stato tosto. Come leggi la campagna Diesel Unforgettable Denim?

Con la campagna Unforgettable Denim Diesel, ci invita, attraverso una frase scelta da noi e stampata sull’etichetta in pelle dei jeans, a celebrare tutte le esperienze che non abbiamo potuto fare nel 2020, facendoci allo stesso tempo ricordare, in modo forse più intimo e silenzioso, quelle con cui le abbiamo sostituite.

Sono molti gli insight che ritrovo. C’è per esempio il concetto dei jeans concepiti come indumento della memoria per eccellenza, per il fatto che, come è noto, non andrebbero lavati. Il denim, infatti, registra le nostre azioni. Quando si stropiccia, perché ci sediamo o mettiamo qualcosa in tasca, crea delle schiariture date dalle pieghe, dei piccoli difetti che lo rendono unico e personale, mentre il lavaggio lo fa scolorire in modo uniforme. Non avendo potuto imprimere in modo naturale sui nostri pantaloni le esperienze del 2020, Diesel ci offre quindi un’alternativa.

I jeans poi sono stati esclusi dal nostro abbigliamento da lockdown perché troppo scomodi, ma l’Unforgettable Denim ha comunque qualcosa in comune con lo stile Quarcore. Tra gli outfit performativi pensati per Instagram, infatti, ho notato molte t-shirt con scritte stampate di ogni tipo. Le ho interpretate come un modo per comunicare ancora di più e stabilire una connessione con gli altri attraverso ogni mezzo a nostra disposizione, non solo la foto o la caption del post, e anche i jeans Diesel vanno in questa direzione.

Nella personalizzazione ritrovo invece, con i dovuti distinguo, il concetto punk del do it yourself (anche se la parte di do è delegata), un fai da te che dall’autoproduzione di dischi e fanzine si è esteso all’abbigliamento della sottocultura. E infatti il periodo di lockdown e quello immediatamente successivo ha visto anche un incremento del fai da te nei lavori domestici che vanno dal giardinaggio al cucito, aspetto che si colloca sia in un’ottica di risparmio economico, sia di maggiore sicurezza personale.

Il mercato del denim, infine, tessuto scomodo per eccellenza e non adatto a un lungo periodo in casa, ha subito un duro colpo e causa della pandemia e mentre alcuni brand specializzati sui jeans stanno provando a diversificare la loro produzione, Diesel prova a ripensare la funzione di questi pantaloni: da protagonisti in periodo pre-Covid della nostra quotidianità, diventano oggi uno strumento per raccontarla. Già a luglio, poi, il brand aveva collaborato con l’azienda svedese Polygiene ViralOff allo sviluppo di un trattamento per il denim antivirale al 99%, affidando di fatto al tessuto ancora una volta un nuovo compito per la nostra nuova normalità.